Bando Regione Marche per imprese artigiane della produzione artistica, tipica e tradizionale

June 9, 2020

 

La Regione Marche persegue l’obiettivo di concedere contributi in conto capitale per favorire lo sviluppo delle produzioni artistiche, tradizionali e tipiche.

 

PLAFOND DISPONIBILE

€ 900.000

 

IMPRESE BENEFICIARIE

imprese artigiane, singole o associate che svolgono le attività previste in un apposito elenco, che hanno riconoscimento previsto dal DPR 288/2001, che sono attive, con sede operativa nel territorio delle Marche e iscritte all’albo delle imprese artigiane della Regione Marche.

 

INTERVENTI AMMISSIBILI

Ammodernamento, ristrutturazione e mantenimento dei laboratori in proprietà o in locazione (comma1 lettera A) – Somma stanziata: € 300.000;

Acquisto di macchinari, brevetti e recupero di macchinari e attrezzature non reperibili sul mercato la cui fabbricazione è antecedente al 1980 (comma 1 lettera C) – Somma stanziata: € 200.000;

Commercializzazione dei prodotti (comma 1 lettera G) – Somma stanziata: € 350.000;

Imprese individuali che svolgono attività attraverso attrezzature d’uso e che presentano progetti che, in modalità integrata, afferiscano alle tipologie indicate sopra – Somma stanziata: € 50.000.

 

SPESE AMMISSIBILI

riferite all’emergenza COVID-19 (spese per sanificazione locali, spese per acquisto di dispositivi di protezione per il personale, titolari e soci);

Comma 1 lettera A): opere murarie ed accessorie (impianti idrotermosanitari, elettrici, areazione, antincendio, climatizzazione, aspirazione, antifurto e di tutti gli impianti a rete).

Spesa minima ammissibile: € 5.000.

Comma 1 lettera C): spese per acquisto brevetti, macchinar nuovi e recupero macchinari e attrezzature non reperibili sul mercato la cui fabbricazione è antecedente al 1980.

Spesa minima ammissibile: € 10.000.

Comma 1 lettera G): spese per partecipazione a fiere/mercati (costo per acquisto spazi e allestimento stand), spese per pubblicità aziendale (creazione di brochure, depliant, locandine, manifesti e cataloghi), spese per progettazione siti internet per progetti riferiti al commercio elettronico, spese per pubblicità su testate giornalistiche, radiofoniche e televisive.

Spesa minima ammissibile: € 5.000 per le imprese singole ed € 10.000 per le imprese associate.

Comma 1 lettera A) C) G) in modalità integrata.

 Spesa minima ammissibile: € 10.000

 

Rientrano nel bando le spese effettuate a partire dal 01/07/2019. I progetti devono essere completati entro 10 mesi dalla notifica del contributo.

 

CONTRIBUTO CONCEDIBILE E TEMPISTICA

Il contributo concedibile è pari al 60% del totale delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 25.000,00 per la lettera A) e C), € 15.000,00 per le imprese in forma singola e per la lettera G) ed € 20.000,00 per i consorzi per la lettera G).

Le domande di contributo potranno essere presentate fino al 31/07/2020.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Il 3° Rapporto di Sostenibilità del settore del Vending

June 29, 2020

1/5
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio